Home Domande frequenti Quando scenderanno i tassi di interesse su finanziamenti e mutui 2023-2024?

Quando scenderanno i tassi di interesse su finanziamenti e mutui 2023-2024?

201
Smart Ai Advertisement
5
(25455)

Negli ultimi anni, l’andamento dei tassi di interesse ha attirato l’attenzione sia dei consumatori che degli addetti ai lavori.

La domanda che molti si pongono è: “Quando scenderanno i tassi sui finanziamenti?”. Analizzando le fonti e le previsioni attuali, possiamo ottenere alcune indicazioni su ciò che il futuro potrebbe riservare in termini di costi dei prestiti e delle politiche monetarie.

Negli ultimi anni, i tassi di interesse sui finanziamenti in Italia hanno subito variazioni significative. Dal 2018 al 2021, si è registrata una tendenza al ribasso, con il tasso medio che è passato dal 2,5% nel 2018 all’1,5% nel 2021, registrando una diminuzione complessiva dell’1%.

🤖 Smart Ai Advertisement

Tuttavia, nel 2022 si è verificata una svolta, con un aumento considerevole del tasso medio, che è salito al 7,5%, evidenziando una variazione di +6,0% rispetto all’anno precedente. Questa tendenza al rialzo si è confermata anche nel 2023, con il tasso medio che ha raggiunto il 9,4%, mostrando un incremento ulteriore di +1,9%. Queste fluttuazioni riflettono le dinamiche del mercato finanziario e creditizio italiano e possono influenzare significativamente le decisioni di finanziamento dei consumatori e delle imprese.

Quando scenderanno i tassi di interesse sui finanziamenti?

Come riportato in una recente pubblicazione datata 11 agosto 2023, il 2024 sarà un anno cruciale. Sarà l’anno in cui vedremo concretamente l’impatto delle politiche monetarie sui prezzi al consumo.

E se ci stiamo chiedendo sull’impatto sul PIL, i dati ci indicano che sarà nel 2023 che lo vedremo emergere in modo predominante.

Questo ci porta alla conclusione che, nei prossimi mesi, sarà difficile assistere a un taglio significativo dei tassi di interesse, che a loro volta influenzano il costo del denaro e dei prestiti.

Previsioni sui tassi di interesse su Mutui, prestiti e finanziamenti

previsioni sui tassi di interesse su Mutui

Dopo l’ultimo aumento della BCE del 14 Settembre relativo ai tassi di interesse per mutui, prestiti e finanziamenti online, la situazione sembra complicarsi ancora di più per tutti i mutuatari che non hanno bloccato il mutuo ad un tasso fisso.

Le previsioni sui tassi di interesse della BCE per gli anni 2023, 2024 e 2025 indicano un panorama in evoluzione, con un aumento dei tassi previsto per il 14 settembre 2023 di 25 punti base.

Queste variazioni sono strettamente legate a fattori come l’inflazione prevista e la crescita economica. Per il 2023, l’inflazione è prevista al 5,6%, per il 2024 al 3,2% e per il 2025 al 2,1%. Gli effetti di questi cambiamenti si rifletteranno sui mutuionline, prestiti e investimenti. È quindi fondamentale per investitori, risparmiatori e mutuatari restare aggiornati per fare scelte finanziarie informate.

Tabella Aggiornata: Tassi di interesse sui finanziamenti in Italia (2018-2023)

Anno Tasso Medio (%) Variazione rispetto all’anno precedente (%)
2018 2,5
2019 2,2 -0,3
2020 1,8 -0,4
2021 1,5 -0,3
2022 7,5 +6,0
2023 9,4 +1,9

Elenco aggiornato prestiti banche e finanziarie

Nel panorama bancario italiano, Intesa Sanpaolo si distingue come la banca con il maggior numero di succursali, totalizzando 3.193 sedi e mostrando la sua vasta presenza sul territorio nazionale, con ABI 03069. Segue Unicredit, con 2.291 succursali e ABI 02008, e BPER Banca, con 1.662 sedi e ABI 05387. Anche Banco Bpm e Banca Monte dei Paschi di Siena mantengono una solida presenza, con rispettivamente 1.601 e 1.397 succursali.

Oltre alle principali banche, anche istituti come Crédit Agricole Italia, BNL – Banca Nazionale del Lavoro, e Banca Popolare di Sondrio offrono numerosi punti di contatto, variando da 637 a 1.817 succursali. Non mancano banche specializzate come Findomestic Banca, con 283 sedi e Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking, con 115 succursali, che offrono servizi finanziari dedicati. Questa varietà di banche e succursali evidenzia la diversità e la capillarità dell’offerta bancaria in Italia, permettendo ai clienti di trovare soluzioni adatte alle loro esigenze finanziarie.

Denominazione Banca ABI  Numero
Succursali
   1. Intesa Sanpaolo 03069 3.193
   2. Unicredit 02008 2.291
   3. BPER Banca 05387 1.662
   4. Banco Bpm 05034 1.601
   5. Banca Monte dei Paschi di Siena 01030 1.397
   6. Crédit Agricole Italia 06230 1.817
   7. BNL – Banca Nazionale del Lavoro 01005 637
   8. Banca Popolare di Sondrio 05696 484
   9. Credem – Credito Emiliano 03032 600
 10. Banco di Sardegna 01015 350
 11. Banca Sella 03268 297
 12. Banco di Desio e della Brianza 03440 290
 13. Deutsche Bank 03104 265
 14. Banca Popolare di Bari 05424 236
 15. Cassa di Risparmio di Asti 06085 236
 16. BCC di Roma 08327 184
 17. Compass Banca 19275 280
 18. Banca Popolare dell’Alto Adige 05856 169
 19. Intesa Sanpaolo Private Banking 03239 148
 20. Banca Popolare di Puglia e Basilicata 05385 118
 21. Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking 03296 115
 22. Cassa di Risparmio di Bolzano – Sudtiroler Sparkasse AG 06045 106
 23. Chebanca! 03058 106
 24. Emil Banca – Credito Cooperativo 07072 98
 25. Banca Popolare Pugliese 05262 96
 26. La Cassa di Ravenna 06270 88
 27. Banca Agricola Popolare di Ragusa 05036 83
 28. Findomestic Banca 03115 283

Quando scenderanno i tassi di interesse sui mutui?

Un altro interessante punto di discussione riguarda l’ambito dei mutui. Secondo una fonte autorevole come Young Platform, ci sono alcune previsioni legate specificamente a “Quando scenderanno i tassi dei mutui”. E come si fa a non menzionare alcune delle opzioni di prestito più convenienti attualmente disponibili in Italia? 🌱 Scopri come investire in crypto e comprare Bitcoin in Italia con Satispay.

Younited credit Italia spicca in questo contesto, offrendo uno dei prestiti più vantaggiosi sul territorio nazionale. Infatti, con la possibilità di richiedere un prestito in soli 3 minuti, e con un TAEG del 4,99% per un importo di 10.000 € da rimborsare in 84 mesi, si posiziona come un’opzione estremamente competitiva.

Ma non è l’unica opzione degna di nota. Findomestic merita una menzione speciale, in particolare per il suo prodotto “Credito Lavori”, destinato alla ristrutturazione. Con un TAN di soli 5,59%, si rivela come uno dei tassi più bassi in Italia.

Tendenza generale dei tassi di interesse (2018-2021)

Dal 2018 al 2021, l’Italia ha visto una tendenza al ribasso dei tassi di interesse sui finanziamenti. Ciò è in linea con la politica della Banca Centrale Europea (BCE) di mantenere tassi bassi per stimolare la crescita economica nell’area dell’euro, specialmente considerando le sfide economiche poste dalla pandemia di COVID-19.

Fattori esterni e influenze sui tassi di interesse

La pandemia di COVID-19 nel 2020 ha avuto un impatto significativo sulle decisioni relative ai tassi di interesse. Per sostenere l’economia durante i lockdown e la recessione economica, molte banche centrali, inclusa la BCE, hanno abbassato ulteriormente i tassi.

A gettare benzina sul fuoco, il via del conflitto in Europa fra Russia e Ucraina (dal febbraio 2022). Questo ha influenzato direttamente i tassi di interesse sui finanziamenti in Italia, portandoli a livelli storicamente bassi.

Previsioni e prospettive future sui tassi di interesse

Anche se non posso fornire dati sul 2022 e oltre, è probabile che i tassi di interesse rimangano relativamente bassi finché l’economia europea non mostrerà segnali chiari di recupero post-pandemico. Tuttavia, le decisioni future riguardo ai tassi dipenderanno da vari fattori, inclusa l’inflazione, la crescita economica e altre considerazioni economiche macro.

Inversione di Tendenza nel 2022 Nel 2022, c’è stata una netta inversione di tendenza nei tassi di interesse sui finanziamenti in Italia. A gennaio 2022, il TAEG medio per i prestiti personali disponibili online è salito al 7,50%. Questo rappresenta un significativo aumento rispetto agli anni precedenti, suggerendo un cambio di strategia delle istituzioni finanziarie e una reazione ai contesti economici in evoluzione.

Ulteriore Aumento nel 2023 L’anno successivo, 2023, ha visto un ulteriore incremento dei tassi di interesse. A gennaio 2023, il TAEG medio per i prestiti personali online ha raggiunto il 9,40%, segnando un aumento del 25% rispetto all’anno precedente. Questo rialzo suggerisce che l’ambiente economico sta subendo pressioni inflazionistiche o che le banche stanno adottando un approccio più cauto nei confronti del prestito. 🌱 Scopri anche quando scenderanno i tassi di interesse sui finanziamenti e mutui.

Riflessioni e Prospettive 2024

L’aumento dei tassi di interesse nel 2022 e 2023 indica una potenziale preoccupazione per l’instabilità economica o per l’inflazione.

È possibile che, dopo anni di tassi d’interesse storicamente bassi, le istituzioni finanziarie stiano ora cercando di bilanciare il rischio con rendimenti più alti.

Gli investitori e i consumatori dovrebbero prestare attenzione ai futuri annunci da parte della Banca Centrale Europea e delle istituzioni finanziarie italiane, poiché questi tassi potrebbero influenzare le decisioni di spesa, investimento e finanziamento.

Perchè fare un prestito oggi?

In un momento in cui i tassi di interesse sono alti e l’instabilità economica può essere palpabile, la decisione di assumersi un debito attraverso un prestito dovrebbe essere presa con molta cautela. Ecco alcuni fattori e razionali da considerare:

Credit Lombard: Il credit lombard è una forma di prestito garantito, in cui gli investitori possono prendere in prestito denaro usando i propri portafogli di investimento come garanzia. Questo tipo di credito può offrire tassi di interesse più bassi rispetto ai prestiti tradizionali, ma viene con il rischio di dover liquidare gli investimenti se il valore del portafoglio scende e non copre più il debito. È un’opzione adatta solo per chi ha una profonda comprensione dei mercati e della propria posizione finanziaria.

– Ambiente di tassi di interesse elevati: Contrariamente a periodi passati, oggi ci troviamo di fronte a tassi di interesse più alti. Questo significa che il costo del denaro preso in prestito sarà maggiore. Pertanto, bisogna chiedersi: vale la pena assumersi un debito in queste condizioni?

– Situazioni di reale necessità: Ci possono essere circostanze in cui un prestito è essenziale, come emergenze mediche, spese educative o altre situazioni di vita impreviste. In questi casi, la chiave è assicurarsi di prendere in prestito solo ciò che è strettamente necessario e avere un piano solido per il rimborso.

– Opportunità di investimento con ritorno assicurato: Se hai un’opportunità di investimento che promette un ritorno significativamente superiore al tasso di interesse del prestito, potrebbe avere senso considerare un finanziamento. Tuttavia, è essenziale avere una comprensione approfondita del potenziale investimento e dei rischi associati.

– Gli imprevisti e la gestione dei rischi: Anche se hai bisogno di un prestito per gestire un’emergenza, è fondamentale essere realistici riguardo alla tua capacità di rimborso. Assicurati di avere una chiara comprensione delle condizioni del prestito e delle potenziali conseguenze in caso di mancato pagamento.

In conclusione

Mentre l’orizzonte temporale per la riduzione dei tassi sui finanziamenti potrebbe sembrare ancora lontano, ci sono alcune opzioni attualmente disponibili che offrono tassi di interesse estremamente competitivi.

Sebbene le prospettive sulle politiche monetarie e l’impatto sul PIL siano state delineate, è essenziale rimanere informati e sfruttare le opportunità più vantaggiose nel panorama finanziario.

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per valutarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio dei voti: 25455

Nessun voto finora! Sii il primo a valutare questo post.

🚗 AdvertisementBanner 250x250

Articolo precedenteConviene chiedere un prestito oggi? Ottobre 2023
Articolo successivoI migliori prestiti online Ottobre 2023: veloci, rapidi e sicuri
Puoi seguire Prestiti.Online anche su Google News, cliccando sulla stellina  da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram.