Home Domande frequenti Prestitoonline Tasso Fisso o Tasso Variabile: quale scegliere?

Prestitoonline Tasso Fisso o Tasso Variabile: quale scegliere?

110
Tasso Fisso o Tasso Variabile
Smart Ai Advertisement
5
(14544)

Nel vasto mondo dei prestiti e dei finanziamenti, una delle decisioni più cruciali riguarda la scelta tra un tasso fisso e un tasso variabile. Entrambi hanno vantaggi e svantaggi che possono influire notevolmente sul bilancio familiare a lungo termine. Mentre un tasso fisso offre la tranquillità di una rata costante, il tasso variabile presenta potenziali rischi e opportunità legate alle oscillazioni del mercato.

Il panorama attuale vede un contesto di inflazione crescente e prospettive di variazioni dei tassi da parte della BCE. Quindi, quale delle due opzioni è la scelta ideale per te?

In questo articolo, analizzeremo le peculiarità di “Tasso Fisso vs Tasso Variabile”, guidandoti nella scelta più adatta alle tue esigenze e offrendo uno sguardo sulle tendenze attuali del mercato dei prestiti.

🤖 Smart Ai Advertisement

Prestitoonline Tasso Fisso o Tasso Variabile

prestitionline

La valutazione del tasso fisso o variabile in un prestito online, è fondamentale per scegliere il prestito giusto per le tue esigenze personali. Il Tasso Fisso è caratterizzato da una stabilità e prevedibilità delle rate. Ciò vuol dire che, una volta fissato il tasso all’inizio del contratto, esso rimarrà immutato per tutta la durata del prestito o mutuo.

Questa caratteristica lo rende particolarmente adatto a coloro che cercano sicurezza e desiderano evitare sorprese nelle proprie finanze. Con il tasso fisso, l’importo della rata mensile è noto fin dall’inizio e non varierà indipendentemente dalle fluttuazioni del mercato.

Il Tasso Variabile, come suggerisce il nome, può variare nel tempo. Esso è legato a un indice di riferimento (ad es. EURIBOR) e può fluttuare in base all’andamento di tale indice. Mentre può offrire un risparmio iniziale con rate più basse rispetto a un tasso fisso, espone il mutuatario a potenziali rischi in caso di aumento dei tassi di riferimento.

È una scelta che può risultare vantaggiosa in periodi di tassi bassi, ma è essenziale essere consapevoli delle possibili variazioni e degli eventuali impatti sulle rate future. Quanto costa un prestito online oggi?

Differenza fra prestiti a tasso fisso e tasso variabile

Quando si tratta di scegliere un prestito, una delle decisioni fondamentali riguarda il tipo di tasso di interesse da applicare: fisso o variabile. Entrambi hanno vantaggi e svantaggi, e la scelta dipenderà dalle tue esigenze finanziarie e dalla tua tolleranza al rischio.

Un prestito a tasso fisso ha un tasso di interesse che rimane invariato per tutta la durata del prestito. Ciò significa che pagherai la stessa somma di interesse dall’inizio alla fine del tuo prestito. La principale attrattiva di questa opzione è la prevedibilità. Sapevi fin dall’inizio quanto dovrai pagare ogni mese e non ci saranno sorprese. Questa certezza può rendere più semplice la pianificazione del budget e offre tranquillità in un ambiente in cui i tassi di interesse potrebbero aumentare. Tuttavia, la controfaccia di questa sicurezza è che i tassi fissi tendono ad essere leggermente più alti rispetto ai tassi variabili iniziali, dato che ti stai “assicurando” contro le fluttuazioni future dei tassi.

D’altro canto, un prestito a tasso variabile ha un tasso di interesse che può cambiare nel tempo, basandosi su un indice di riferimento, spesso correlato ai tassi di interesse generali dell’economia. Se l’indice di riferimento aumenta, anche il tuo tasso di interesse potrebbe aumentare, e di conseguenza la tua rata mensile. Ma se l’indice diminuisce, potresti trovarvi a pagare meno. Il vantaggio principale dei prestiti a tasso variabile è che spesso iniziano con tassi di interesse più bassi rispetto ai prestiti a tasso fisso. Ciò potrebbe permetterti di risparmiare denaro, almeno all’inizio. Ma c’è un rischio: se i tassi di interesse aumentano, anche le tue rate mensili lo faranno, il che potrebbe metterti in difficoltà se non sei preparato.

Cos’è il Tasso Fisso e quali sono i suoi vantaggi?

Cos'è il Tasso Fisso

Un tasso fisso significa che il tasso di interesse applicato al tuo prestito non cambierà per tutta la durata del contratto. Offre la prevedibilità di rate costanti e protegge dall’instabilità dei mercati finanziari. Quando è un buon momento per richiedere un prestito da 2000 euro.

Prestiti a Tasso Fisso:

  • Vantaggi: La maggiore prevedibilità delle rate consente una pianificazione finanziaria più stabile. Chi opta per questa soluzione può contare su un onere costante nel tempo, senza sorprese indesiderate.
  • Rischi: Di contro, se i tassi di mercato dovessero scendere, chi ha sottoscritto un prestito a tasso fisso non potrà beneficiare di tale diminuzione e continuerà a pagare interessi su una base precedentemente concordata, che potrebbe risultare meno vantaggiosa.
  • Semplificazione nella gestione del budget: La semplificazione nella gestione del budget rappresenta un passaggio chiave per garantire un efficace controllo delle finanze personali o aziendali. Avere una Visione Chiara, Prioritizzare le Spese, Risparmiare Tempo, Prevenire l’indebitamento, Pianificare per il Futuro

Cos’è il Tasso Variabile e perché potresti considerarlo?

cos'è il tasso variabile prestito

Il tasso variabile è legato a un indice di riferimento, come l’EURIBOR, e può variare nel tempo. Se l’indice di riferimento scende, anche la tua rata potrebbe diminuire, ma il contrario è altrettanto vero. 🌱 Scopri dove conviene oggi fare un mutuo prima casa.

Vantaggi del Tasso Variabile:

  • Potenziale risparmio quando i tassi di mercato sono bassi
  • Iniziali rate più basse rispetto al tasso fisso
  • Beneficiare dalle fasi di mercato favorevoli

Prestiti Casa di Oggi Vs. Migliori Mutui a Tasso Variabile

Nel panorama attuale dei prestiti e mutui, emerge una netta distinzione tra i prestiti ristrutturazione casa e i mutui a tasso variabile. I primi, come quelli offerti da Younited Credit e Banca Sella, tendono ad avere TAN fissi che oscillano tra il 7,31% e l’8,21%, con TAEG che riflettono la totalità dei costi associati al prestito. Questi sono ideali per chi cerca certezza nelle rate e vuole evitare eventuali sorprese legate alle fluttuazioni dei tassi di mercato. 🌱 Scopri i migliori prestitionline per arredamento 2023.

D’altra parte, i mutui a tasso variabile, come quelli proposti da Credem e ING, offrono tassi che possono variare in funzione delle condizioni di mercato. Con tassi di interesse iniziali a partire dal 4,85%, questi mutui possono offrire un risparmio significativo in periodi di tassi bassi.

Tuttavia, è fondamentale considerare che il tasso variabile comporta un certo grado di rischio, poiché le rate possono aumentare in futuro se i tassi di riferimento dovessero salire.

Tipologia Istituto Finanziario Importo TAN FISSO / Tasso Variabile TAEG
Prestito Casa Younited Credit 7,31% 7,63%
Prestito Casa Banca Sella 7,65% 8,01%
Prestito Casa Agos 7,70% 8,70%
Prestito Casa Findomestic 8,21% 8,53%
Mutuo a Tasso Variabile MUTUO TASSO VARIABILE – Credem € 50.000 5,31%
Mutuo a Tasso Variabile Ri Mutuo a Tasso Variabile – Credem € 100.000 4,85%
Mutuo con Surrogazione a Tasso Variabile BPER Banca € 100.000 5,00%
Mutuo a Tasso Variabile Mutuo Arancio a Tasso Variabile – ING € 100.000 5,03%

Aumento e Fluttuazione dei Tassi Variabili nel 2023

La dinamica dei tassi variabili è strettamente legata all’andamento economico e alle politiche delle banche centrali. Nel corso del 2023, i mutui a tasso fisso hanno visto un aumento significativo dei tassi, con un balzo fino al 100% rispetto all’inizio dell’anno. Questa crescita ha portato i tassi da un interesse di partenza del 1,8% ai picchi attuali del 8,60% a Settembre 2023.

Tuttavia, è importante distinguere tra mutui a tasso fisso e prestiti personali, come quelli offerti da Findomestic. Al settembre 2023, un esempio rappresentativo per un prestito personale di 15.000 € con Findomestic ha un TAN fisso del 8,28% e un TAEG fisso dell’8,60%. Questo prestito, con un impegno di rimborso su 96 rate, ha un costo totale di 20.563,20 €. È fondamentale notare che le condizioni offerte possono variare in base alle informazioni specifiche inserite nella richiesta e alla valutazione della situazione finanziaria del richiedente, con un TAEG massimo potenzialmente applicabile del 9,67%.

La decisione di optare per un prestito o un mutuo, sia esso a tasso fisso o variabile, dovrebbe sempre basarsi su un’attenta valutazione delle proprie esigenze finanziarie e delle condizioni di mercato.

Prospettive attuali e previsioni dei tassi

Recentemente, la BCE ha indicato un aumento dei tassi dei mutui, e la tendenza potrebbe continuare. Tuttavia, importanti date in calendario potrebbero influenzare queste previsioni.

Cosa ci aspetta nel 2024?

  • Possibili ulteriori aumenti dei tassi da parte della BCE
  • Incertezze legate all’inflazione e alle politiche economiche globali

Tasso Fisso o Variabile: cosa conviene oggi?

Il tasso fisso sembra essere la scelta preferita per molti, ma tutto dipende dalla tua propensione al rischio e dalla tua situazione finanziaria.

Criteri di scelta:

  • Durata del prestito
  • Propensione al rischio
  • Aspettative sul mercato dei tassi d’interesse

I rischi associati al Tasso Variabile

Sebbene il tasso variabile possa sembrare allettante, comporta anche alcuni rischi. Una rapida ascesa dei tassi potrebbe portare a un aumento significativo delle rate mensili.

Principali rischi:

  • Aumento imprevisto delle rate
  • Difficoltà nel bilancio mensile
  • Potenziale pignoramento dell’immobile in caso di inadempimento

Quando conviene passare dal tasso variabile al tasso fisso?

Il cambio da un tipo di tasso all’altro è una decisione che deve essere ponderata attentamente, considerando fattori come il capitale residuo e le previsioni dei tassi.

Momenti chiave per considerare il cambio:

  • Grande variazione dei tassi di mercato
  • Cambiamenti significativi nella propria situazione finanziaria
  • Avvicinamento al termine del prestito

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per valutarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio dei voti: 14544

Nessun voto finora! Sii il primo a valutare questo post.

🚗 AdvertisementBanner 250x250

Articolo precedenteConsiglio Superiore della Banca d’Italia
Articolo successivoCompass prestito personale: Qual è il tasso di interesse?
Puoi seguire Prestiti.Online anche su Google News, cliccando sulla stellina  da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram.