Home Domande frequenti Guida al TAEG spiegata semplice con esempi pratici

Guida al TAEG spiegata semplice con esempi pratici

348
Guida al TAEG
Smart Ai Advertisement
5
(9000)

Cos’è il TAEG?

Il TAEG, ovvero il Tasso Annuo Effettivo Globale, è uno strumento molto utile per comprendere il costo totale di un prestito. E’ un tasso virtuale e comprendere tutte le spese necessarie alla gestione e all’apertura della pratica di finanziamento. La funzione del TAEG è quindi quella di indicare quanto il finanziamento ci costerà. Spiegato diversamente: Il TAEG l tasso di interesse nominale (TAN), ma anche tutte le altre spese associate al prestito, come commissioni, imposte e spese per l’apertura del prestito.

Per ottenere un finanziamento auto, dovrai presentare una domanda a un prestatore. Questo solitamente richiede di fornire informazioni sul tuo reddito, la tua storia creditizia e i dettagli dell’auto che intendi acquistare.

🤖 Smart Ai Advertisement

Quando scegli un finanziamento auto, è importante confrontare diverse offerte. Considera il tasso di interesse, il TAEG, la durata del prestito e l’importo della rata mensile. Ricorda, il prestito più conveniente non è sempre quello con la rata mensile più bassa.

Perché il TAEG è importante?

Il TAEG è obbligatorio per legge e deve essere incluso in tutte le comunicazioni e pubblicità relative a prestiti al consumo. Esso permette di fare confronti tra i diversi prestiti disponibili sul mercato in modo semplice e immediato.

Il TAEG è fondamentale perché ti offre un quadro completo del costo del prestito. Invece di dover sommare gli interessi e tutti i costi e spese associati al prestito, il TAEG ti dà un’unica percentuale che riflette il costo totale del prestito.

Ecco perché è così utile per confrontare diversi prestiti. Puoi avere due prestiti con lo stesso TAN, ma con costi e spese differenti. Il TAEG ti permette di capire a colpo d’occhio quale prestito sarà effettivamente più costoso.

Come si calcola il TAEG?

Il calcolo del TAEG può essere abbastanza complesso perché include vari fattori come l’importo del prestito, il tasso di interesse, la durata del prestito e le diverse spese e costi associati. In genere, tuttavia, non dovresti preoccuparti di calcolare il TAEG da solo. Le istituzioni finanziarie sono obbligate per legge a fornire il TAEG quando presentano un’offerta di prestito.

Se sei curioso, esistono diversi calcolatori di TAEG online che possono fare il lavoro per te. Basta inserire le informazioni richieste (importo del prestito, durata, tasso di interesse, ecc.) e il calcolatore fornisce il TAEG. Ma qual è un buon TAEG oggi?

Nel calcolo del TAEG si prendono in considerazione:

  • Il TAN: ovvero il tasso di interesse nominale.
  • Le spese di istruttoria del finanziamento.
  • Le spese per la gestione del finanziamento.
  • L’imposta sostitutiva.
  • Eventuali spese per l’incasso e gestione delle rate.
  • Eventuali costi per l’erogazione del finanziamento.

Esempio pratico di TAEG nel contesto di un prestito auto

Supponiamo che tu voglia acquistare una nuova auto elettrica usata e hai bisogno di un prestito di 15.000 euro. Confronti due offerte:

  1. Offerta A: Un prestito con un TAN del 4% e 300 euro di costi di apertura. Il TAEG è del 4,5%.
  2. Offerta B: Un prestito con un TAN del 3,5%, 500 euro di costi di apertura e 100 euro di costi di gestione annui. Il TAEG è del 5%.

Nonostante il TAN dell’offerta B sia più basso, il TAEG è più alto a causa dei maggiori costi di apertura e dei costi di gestione annuali. Pertanto, nonostante il tasso di interesse più basso, l’offerta B ti costerebbe di più a lungo termine.

Cosa include il TAEG? Costi fissi

Il Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) è un indicatore fondamentale per valutare il costo complessivo di un prestito. Include non solo il Tasso Annuo Nominale (TAN), che rappresenta l’interesse puro sul prestito, ma anche una serie di costi fissi e variabili associati al prestito. Questi possono includere spese di apertura e gestione, spese di assicurazione, penali e commissioni per ritardi, e costi di riscatto anticipato. Quando si confrontano i prestiti, è importante considerare il TAEG per avere un’idea chiara del costo totale del prestito.

Componenti del TAEG Descrizione
Interessi (TAN) Il costo principale del prestito, espresso come percentuale dell’importo del prestito.
Spese di apertura e gestione Spese che la banca o l’istituto di credito potrebbe addebitare per l’apertura e la gestione del prestito.
Spese di assicurazione Spese per una polizza assicurativa che protegge il prestatore in caso di inadempimento del debito.
Penali e commissioni per ritardi Penali o commissioni previste nel contratto di prestito in caso di ritardo nel pagamento delle rate.
Costi di riscatto anticipato Costi che potrebbero essere applicati se prevedi di rimborsare il tuo prestito in anticipo.

Limitazioni del TAEG

Sebbene il TAEG sia uno strumento utile per confrontare i prestiti, ha alcune limitazioni. In primo luogo, non tutti i costi possono essere inclusi nel TAEG. Ad esempio, le spese per ritardati pagamenti o per il riscatto anticipato possono non essere incluse.

Inoltre, il TAEG può variare a seconda della durata del prestito. Un prestito a breve termine con un tasso di interesse più alto potrebbe avere un TAEG inferiore rispetto a un prestito a lungo termine con un tasso di interesse più basso, semplicemente a causa della durata del prestito.

Infine, è importante ricordare che il TAEG è solo una stima. Le condizioni reali del prestito possono cambiare nel tempo, specialmente se il tasso di interesse non è fisso.

Conclusione

Il TAEG è uno strumento essenziale per confrontare le offerte di prestito. Fornisce una visione completa del costo totale del prestito, includendo sia il tasso di interesse che le spese e i costi associati. Tuttavia, come con qualsiasi strumento finanziario, è importante comprendere come funziona e quali sono le sue limitazioni.

Ricorda sempre di leggere attentamente tutte le condizioni di un prestito prima di accettarlo e di cercare consigli professionali se non sei sicuro. E ricorda, il prestito più economico non è sempre la scelta migliore. Considera sempre le tue esigenze personali e la tua capacità di rimborsare il prestito prima di prendere una decisione.

Fonti

  1. Banca d’Italia: Tasso annuo effettivo globale (TAEG)
  2. Banca d’Italia: Che cos’è il TAEG
  3. Adiconsum: Come si calcola il TAEG
  4. Altroconsumo: Come si legge un piano di ammortamento

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per valutarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio dei voti: 9000

Nessun voto finora! Sii il primo a valutare questo post.

🚗 AdvertisementBanner 250x250

Articolo precedentePrestiti a Tasso Zero: no interessi sulla richiesta di soldi
Articolo successivoQuanto costa un prestito con Findomestic?