Home Banche Italiane Cassa di Risparmio di Asti: storia e origini

Cassa di Risparmio di Asti: storia e origini

91
storia Cassa di Risparmio di Asti
Fondata il 25 gennaio 1842
Smart Ai Advertisement
0
(0)

La Storia di Banca di Asti: Un Viaggio Nel Tempo e Nell’Innovazione

La Cassa di Risparmio di Asti è una delle banche più antiche e storicamente rilevanti in Italia. Fondata il 25 gennaio 1842, la banca ha avuto origine grazie all’iniziativa congiunta dell’Intendente per la provincia di Asti, Serra, e del Vescovo di Asti, monsignor Filippo Artico. Da allora, la Cassa di Risparmio di Asti ha svolto un ruolo cruciale nel sostenere lo sviluppo economico e sociale della regione del Piemonte e di tutta l’Italia.

Nel corso degli anni, la banca ha subito diverse trasformazioni. Uno dei momenti più significativi è stato nel 1992, quando si è costituita la Cassa di Risparmio di Asti S.p.A., attraverso il conferimento dell’azienda bancaria da parte dell’Ente creditizio Cassa di Risparmio di Asti. In seguito, l’Ente ha assunto la nuova denominazione di Fondazione Cassa di Risparmio di Asti.

🤖 Smart Ai Advertisement

Oggi, la Cassa di Risparmio di Asti continua ad essere un punto di riferimento nel panorama bancario italiano, con una vasta rete di filiali e una gamma diversificata di prodotti e servizi finanziari. La sua lunga storia e la sua evoluzione nel tempo ne fanno una delle istituzioni finanziarie più solide e rispettate del Paese.

Dati Anagrafici e Contatti

  • Codice ABI: 06085
  • Numero di Filiali: 210
  • Direzione Generale: Piazza Libertà 23, 14100 Asti AT
  • Ragione Sociale: Cassa di Risparmio di Asti SpA (o Banca C.R. Asti SpA)
  • Codice Fiscale: 00060550050
  • Albo delle Banche: Numero 5139 del 17/07/1992
  • Informazioni Clienti: 800 998 060
  • Home Banking: 800 235 270
  • Direzione Generale: Tel: 0141 393111, Fax: 0141 355060
  • Emergenza Carte: Servizio di blocco carte di credito e Bancomat
  • BIC/SWIFT: CASRIT22
  • Email PEC: ufficiosegreteria@pec.bancacrasti.it
  • Sito istituzionale: www.bancadiasti.it

Dalle Origini al Primo 900

Le Origini

Fondata il 25 gennaio 1842, la Cassa di Risparmio di Asti venne istituita con l’obiettivo di soddisfare le crescenti esigenze di credito della comunità. Grazie all’iniziativa di personalità istituzionali come l’Intendente Serra e il Vescovo di Asti, monsignor Filippo Artico, la banca ebbe un impulso significativo. Con un fondo di dotazione iniziale di 10.000 lire, divise in 200 azioni da 50 lire ciascuna, la banca mirava a “raccogliere e far fruttare i risparmi delle persone laboriose e delle classi meno agiate della Provincia”.

Il Novecento

Durante il Novecento, la Cassa di Risparmio di Asti passò attraverso numerose fasi storiche e sviluppi significativi:

  • Il Primo Dopo-Guerra e l’Ingresso delle Donne: Nel 1940, per la prima volta, donne furono assunte alla Cassa, segnando un importante passo avanti nella parità di genere.
  • Aprile 1971 – Acquisizione della Banca Bruno: Questa acquisizione segnò un punto di svolta, ampliando ulteriormente la portata e l’influenza della banca.
  • Luglio 1992 – Nascita della Cassa di Risparmio di Asti S.p.A.: La banca ottenne lo status di società per azioni, una mossa che ha ulteriormente consolidato la sua posizione nel mercato finanziario.

Gli Anni 2000 e Oltre

  • Duemila – Online Banking: La Cassa di Risparmio di Asti ha fatto il suo debutto online, offrendo ai suoi clienti un modo più facile e comodo per gestire le loro finanze.
  • Aumenti di Capitale: Gli anni 2008, 2013 e 2015 hanno visto diversi aumenti di capitale che hanno rafforzato la posizione finanziaria della banca.
  • Acquisizione di Altre Banche: Inclusa la Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A. e l’acquisizione di Pitagora S.p.A., queste mosse hanno ulteriormente esteso la rete della banca.
  • Operazione Biver Banca – Banca Unica: Questa fusione ha rappresentato un altro passo significativo nell’espansione e nel rafforzamento della banca.

Mission e Valori

La Cassa di Risparmio di Asti ha sempre mantenuto una forte missione filantropica, con l’obiettivo di servire le classi meno agiate e promuovere lo sviluppo del territorio. Questo spirito è evidenziato dal suo impegno nella creazione di nuovi reparti ospedalieri e nel sostegno a iniziative culturali e sociali.

Dati Societari e Organi Sociali

La banca è guidata da un consiglio di amministrazione che riflette la sua missione e i suoi valori, garantendo una gestione solida e orientata al futuro.

Bibliografia e Riferimenti

Per ulteriori dettagli, è possibile consultare gli archivi storici e le pubblicazioni della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti.

Questo articolo fornisce una panoramica completa della storia e dell’evoluzione di Banca di Asti, offrendo un quadro dettagliato di una delle istituzioni bancarie più importanti e storiche d’Italia.

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per valutarla!

Voto medio 0 / 5. Conteggio dei voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a valutare questo post.

🚗 AdvertisementBanner 250x250

Articolo precedenteFAQs Intesa Sanpaolo: domande e risposte frequenti
Articolo successivoCassa di Risparmio di Asti S.P.A: prestiti online, sede, pec, Torino
Puoi seguire Prestiti.Online anche su Google News, cliccando sulla stellina  da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram.