Home Assicurazioni sui finanziamenti Salvataggio Eurovita ultime notizie, news e comunicati stampa

Salvataggio Eurovita ultime notizie, news e comunicati stampa

229
Smart Ai Advertisement
5
(612)

Hai mai sentito parlare di Eurovita? È una compagnia assicurativa che è stata recentemente al centro di un vortice di notizie e aggiornamenti. Se sei uno dei clienti preoccupati o semplicemente curioso di sapere cosa sta succedendo, sei nel posto giusto.

La crisi di Eurovita è un caso senza precedenti nel panorama assicurativo italiano. La decisione dell’Ivass di congelare i riscatti delle polizze ha sollevato non poche preoccupazioni, sottolineando la gravità della situazione. Andiamo a scoprire cosa sta succedendo.

Indice Guida

🤖 Smart Ai Advertisement

EUROVITA Comunicati Stampa

Anche se il mercato delle polizze vita ad oggi, 18 Maggio 2024, sta facendo segnare numeri da record, in crescita a 6 miliardi nel solo 2023, i comunicati stampa e le decisioni prese relativamente al Commissariamento di Eurovita sono indicative degli sforzi fatti per stabilizzare la situazione.

Le maggiori compagnie assicurative italiane e le banche distributrici sono attivamente coinvolte nel processo di salvataggio. Ecco una breve cronistoria degli eventi e le news di oggi che sono trapelate, come riportato dal “Il sole 24 ore”

Data Evento Dettagli
21 Dicembre 2022 Rinvio del pagamento della cedola Interessi sul Prestito Subordinato Tier 2 con scadenza 22 Dicembre 2022 rimandati
31 Gennaio 2023 Piano di Risanamento e Nomina Commissario Inviato Piano di Risanamento all’IVASS e nominato Dr. Alessandro Santoliquido come Commissario per la gestione provvisoria
7 Febbraio 2023 Sospensione riscatti Riscatti sospesi fino al 31 Marzo 2023
10 Febbraio 2023 Rinvio del pagamento della cedola Interessi sul Prestito Subordinato Tier 2 con scadenza 21 Febbraio 2023 rimandati
22 Febbraio 2023 Versamento in conto capitale Versamento a fondo perduto da parte dell’azionista
21 Marzo 2023 Prestito obbligazionario Informazioni sul pagamento della cedola in scadenza il 1 aprile 2023
31 Marzo 2023 Proroga blocco riscatti Amministrazione Straordinaria e proroga del blocco riscatti
1 Luglio 2023 Accordo sulla soluzione di sistema Proroga blocco riscatti al 31 Ottobre 2023 e intesa raggiunta tra varie compagnie assicurative italiane
9 Agosto 2023 Nomina del nuovo Commissario Straordinario Nominato Sandro Panizza come nuovo Commissario Straordinario
26 Settembre 2023 Incontro con IVASS Incontro previsto per aggiornamenti sulla situazione Eurovita

Eurovita News di Oggi

La situazione di Eurovita è decisamente delicata e le decisioni prese nei prossimi giorni avranno un impatto significativo sul futuro della compagnia e dei suoi assicurati. Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, il termine per la firma degli accordi vincolanti è imminente e non ci saranno ulteriori proroghe per il blocco dei riscatti delle polizze Eurovita.

Un punto focale è la divisione del 10% di Cronos Vita, che è stato lasciato da Allianz. Sembra che le altre grandi compagnie come Generali, Unipol, Intesa Vita e Poste stiano considerando di condividere questo 10%, aumentando così la loro partecipazione al 22,5% ciascuna. Inoltre, c’è la questione di come coinvolgere i piccoli istituti di credito che hanno distribuito le polizze di Eurovita ma che per ora non hanno aderito al progetto.

Un’altra considerazione importante è l’autorizzazione da parte di Ivass. Una volta che gli accordi saranno firmati, sarà necessaria l’approvazione di Ivass per permettere a Cronos Vita di operare e per trasferire gli asset da Eurovita, che sarà poi messa in liquidazione.

Infine, un decreto governativo è in arrivo per facilitare il trasferimento degli attivi finanziari da Eurovita a Cronos Vita. Questo passaggio è reso ancor più significativo dal fatto che i titoli di Stato passeranno a Cronos Vita a prezzo pieno, con la probabile copertura dei riscatti da parte di un consorzio bancario.

Cosa sta succedendo ad Eurovita?

Cosa sta succedendo ad Eurovita?
Le ultime notizie: gli ex clienti diventeranno clienti di una delle cinque grandi compagnie assicurative coinvolte nel salvataggio.

Eurovita sta attraversato un periodo di instabilità. La situazione di Eurovita è molto delicata e ha suscitato preoccupazione tra i risparmiatori e gli assicurati. La compagnia ha registrato una perdita di 1,5 miliardi di euro nel 2022, un dato che ha acceso i campanelli d’allarme.

La crisi finanziaria ha messo in dubbio la solidità dell’azienda e ha sollevato interrogativi sul futuro delle polizze sottoscritte dai circa 400,000 clienti. Tuttavia, recentemente è stato raggiunto un accordo che vedrà gli ex clienti di Eurovita diventare clienti di una delle cinque grandi compagnie assicurative. Un gruppo di 25 istituti bancari è coinvolto nel fornire aggiornamenti e nel facilitare questo passaggio.

In questo articolo, affronteremo tutti gli aspetti cruciali, dallo stato attuale della compagnia ai dettagli su come riscattare una polizza.

Eurovita commissariata e polizze bloccate? Cosa fare?

eurovita comunicati stampa
Un consulente finanziario esaminerà i documenti relativi a polizze Eurovita.,
Posizione Zero Azione Consigliata Dettagli
1 Informazioni Ufficiali Mantenere un occhio sulle comunicazioni da parte di Eurovita e IVASS per informazioni aggiornate.
2 Consulenza Legale Considerare la consulenza di un avvocato esperto in diritto assicurativo per esplorare le opzioni legali.
3 Verifica delle Condizioni Rivedere attentamente il contratto per comprendere i diritti nel contesto del commissariamento.
4 Associazioni dei Consumatori Restare in contatto con organizzazioni come Altroconsumo per consulenza e supporto.
5 Sospensione dei Premi Esaminare il contratto per vedere se è possibile sospendere i premi.
6 Contatto con la Compagnia Mantenere aperti i canali di comunicazione con Eurovita o con l’intermediario assicurativo.
7 Pazienza e Prudenza Evitare decisioni affrettate e mantenere la calma mentre la situazione si sviluppa.
8 Piano B Valutare altre opzioni di investimento e assicurazione come piano di riserva.
9 Documentazione Conservare tutta la corrispondenza e i documenti relativi al contratto.
10 Monitoraggio Continuare a monitorare la situazione, poiché potrebbero esserci aggiornamenti o cambiamenti nelle direttive delle autorità.

Punti chiave e notizie

Il 1 luglio 2023, l’Ivass, l’ente di vigilanza sulle assicurazioni in Italia, ha annunciato un accordo cruciale per la salvaguardia dei piccoli risparmiatori che avevano investito in Eurovita.

Le maggiori compagnie assicurative italiane – tra cui Allianz, Generali, Intesa Sanpaolo Vita, Poste Vita e UnipolSai – sono entrate nella fase finale delle negoziazioni per un piano di salvataggio di Eurovita. L’obiettivo primario è la tutela dei 400.000 assicurati che avevano affidato a Eurovita circa 15 miliardi di euro.

Punto Chiave Dettagli
Iniziativa Su impulso del Ministero dell’Economia e delle Finanze e del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, è stata raggiunta un’intesa per la tutela dei sottoscrittori delle polizze di Eurovita.
Partecipanti Coinvolge 25 banche distributrici delle polizze Eurovita, cinque primarie compagnie assicurative italiane e alcuni dei principali istituti bancari italiani.
Ruolo IVASS e Banca D’Italia Hanno seguito con attenzione la definizione dell’operazione e hanno preso atto con favore dell’accordo.
Obiettivo Garantire la piena tutela degli investitori che hanno sottoscritto polizze Eurovita.
Procedura L’intero portafoglio assicurativo verrà rilevato dai cinque gruppi assicurativi, diventando le nuove compagnie di riferimento degli attuali clienti.
Passaggio Tecnico Le polizze saranno inizialmente trasferite a una nuova società assicurativa partecipata dalle cinque compagnie sopracitate.
Comunicazione ai Clienti Le banche distributrici informeranno i clienti su quale compagnia assicurativa diventerà la nuova controparte.
Tempistica L’impegno è di finalizzare l’operazione nel più breve tempo possibile, ottenendo tutte le autorizzazioni di legge necessarie.

La Scelta di Congelare i Riscatti

Il congelamento dei riscatti delle polizze datata 11 Febbraio 2023, è stato un provvedimento drastico, ma necessario secondo l’Ivass. Questa decisione è stata presa per evitare una corsa ai riscatti che avrebbe reso vano qualsiasi tentativo di salvare la compagnia. È una mossa senza precedenti che potrebbe avere un impatto sulla credibilità dell’intero settore assicurativo italiano.

Chi ha salvato Eurovita la prima volta?

Il 30 giugno 2023, è stata raggiunta un’intesa per la tutela dei sottoscrittori delle polizze di Eurovita, coinvolgendo 25 banche distributrici, cinque primarie compagnie assicurative italiane e alcuni dei principali istituti bancari del Paese.

UnipolSai, titolare di Linear Assicurazioni, votata per più anni di fila come la migliore assicurazione auto online, è stata la prima compagnia ad annunciare il suo coinvolgimento nel salvataggio di Eurovita. Questa mossa ha segnato un punto di svolta, dando una nuova direzione alla situazione finanziaria incerta della compagnia.

Le banche distributrici, che includono nomi come Banco BPM, Banca Monte dei Paschi di Siena, BPER, Credit Agricole, Intesa Sanpaolo, Mediobanca,

Banca Agricola Popolare di Ragusa, Banca di Credito Popolare, Banca di Piacenza, Banca Fideuram, Banca Investis, Banca Popolare dell’Alto Adige, Banca Popolare di Lajatico, Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Banca Popolare Sant’Angelo, Banca Profilo, Banco Desio, BNL, Cassa di Risparmio di Volterra, Cassa Lombarda, FinecoBank, Finint Private Bank, Gruppo Banca Monte dei Paschi di Siena, Gruppo BCC Iccrea, Gruppo Cassa Centrale Banca, Gruppo Cassa di Risparmio di Bolzano, Gruppo Credem, Gruppo Credit Agricole, Gruppo Unicredit, Mediobanca e UBS EUROPE SE – Succursale Italia. Scopri tutte le banche in Italia, quali sono le banche più solide in Italia è quali quelle private.

Queste 25 banche distributrici dei prodotti di Eurovita hanno aderito all’accordo con l’obiettivo di garantire la tutela degli investitori e dei risparmiatori coinvolti, collaborando con le principali compagnie assicurative italiane nel processo.

saranno responsabili di informare i clienti sullo stato delle negoziazioni e su quale compagnia assicurativa diventerà la nuova controparte. L’obiettivo è finalizzare l’operazione nel più breve tempo possibile, ottenendo tutte le necessarie autorizzazioni di legge.

Il Ruolo del Commissario Santoliquido

Il commissario nominato per gestire la crisi, Alessandro Santoliquido, è un manager molto apprezzato nel settore. Il suo obiettivo è trovare un compratore che possa iniettare i più di 200 milioni di capitale richiesti dall’Ivass. È un compito arduo, dato che il Solvency II è sceso ben al di sotto dei livelli di guardia.

L’Azione dell’Azione Cinven

Nonostante le pressanti richieste dell’Ivass, l’attuale azionista Cinven ha rifiutato di procedere con la ricapitalizzazione della compagnia. Questo comportamento ha ulteriormente complicato la situazione, rendendo più difficile trovare una soluzione.

Salvataggio Eurovita e Associazioni dei Consumatori

Per evitare il peggio, ovvero il fallimento della società e la perdita di denaro da parte dei clienti, un piano di salvataggio è stato elaborato, coinvolgendo cinque grandi compagnie assicurative italiane. Al termine del processo, gli ex clienti di Eurovita diverranno clienti di una di queste cinque compagnie. UnipolSai è stata una delle prime compagnie ad annunciare la sua adesione al piano di salvataggio.

Un incontro cruciale è previsto per il 26 settembre tra Ivass e le associazioni dei consumatori per discutere la situazione di Eurovita.

Nonostante sia stato definito un piano base per il salvataggio della compagnia, rimangono ancora molti nodi da sciogliere. Le associazioni, infatti, chiedono chiarezza e risposte concrete, soprattutto alla luce delle recenti notizie che hanno riacceso dubbi e timori tra i risparmiatori. Contestualmente a questo, CheBanca! dopo la comunicazione del cambio nome, sta chiudendo filiali in Italia.

La Criticità del Bilancio 2022 di Eurovita

Il mondo delle assicurazioni è in subbuglio a causa della delicata situazione che riguarda Eurovita. Con circa 400.000 assicurati in attesa di risposte e un mare di dubbi e timori, è fondamentale capire cosa sta succedendo.

Il bilancio 2022 di Eurovita, predisposto dal Commissario Straordinario Sandro Panizza, ha sollevato notevoli preoccupazioni. Vediamo insieme i dettagli più salienti e le implicazioni per i risparmiatori e gli assicurati.

Un elemento peculiare del bilancio è l’assenza del principio di continuità aziendale nella sua redazione. In pratica, i titoli sono stati valutati come se dovessero essere venduti nel momento attuale, senza considerare un eventuale momento economico più favorevole in futuro. Questa scelta ha contribuito all’ammontare della perdita e ha agitato i risparmiatori.

Un altro aspetto critico è la liquidità che le compagnie assicurative dovranno versare nella nuova entità, chiamata Cronos Vita, per onorare gli impegni assunti con gli assicurati. Gli accordi vincolanti non sono ancora stati firmati, creando ulteriori incertezze. Inoltre, uno degli azionisti ha manifestato la volontà di partecipare a Cronos Vita solo per un massimo del 10% delle azioni, lasciando agli altri azionisti il compito di dividersi la quota restante.

Assetto Societario e Liquidità

Un altro aspetto critico riguarda l’assetto societario e la liquidità che le compagnie dovranno versare nella nuova entità per far fronte agli impegni con gli assicurati. Gli accordi vincolanti non sono ancora stati firmati e ci sono questioni aperte riguardo alla partecipazione degli azionisti nella nuova entità, Cronos Vita.

Chiamata alle Armi per la Chiarezza

Le associazioni dei consumatori e gli esperti del settore chiedono chiarezza e informazioni dettagliate su cosa accadrà in futuro. In un contesto così incerto e caotico, la trasparenza diventa fondamentale per dare ai risparmiatori la sicurezza di cui hanno bisogno.

Come riscattare una polizza Eurovita?

Se sei interessato al riscatto di una polizza con Eurovita, dovrai compilare un modulo specifico fornito dalla compagnia. Assicurati di allegare una copia del tuo documento di identità e del contratto di assicurazione vita. La risposta della compagnia dovrebbe arrivare generalmente entro 10 giorni.

Come contattare Eurovita?

Se hai ulteriori domande o necessiti di assistenza, Eurovita Assicurazioni è raggiungibile al numero 06474821. Questo numero serve come punto di riferimento per tutti i clienti in Italia.

Conclusione

La situazione finanziaria di Eurovita è complessa e delicata, con diversi nodi ancora da sciogliere e le notizie in continua evoluzione. La perdita di 1,5 miliardi e l’incertezza sugli accordi futuri alimentano le preoccupazioni dei risparmiatori.

È fondamentale seguire attentamente gli sviluppi futuri per comprendere meglio come la situazione si evolverà.Con un incontro chiave previsto per il 26 settembre, si spera che più chiarezza emerga per aiutare i risparmiatori a capire cosa aspettarsi. È fondamentale che tutte le parti coinvolte lavorino per fornire risposte e soluzioni concrete.

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per valutarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio dei voti: 612

Nessun voto finora! Sii il primo a valutare questo post.

🚗 AdvertisementBanner 250x250

Articolo precedenteMini Prestito BancoPosta: cos’è e come funziona, conviene?
Articolo successivoEurovita commissariata cosa fare? riscatto anticipato polizza vita?
Puoi seguire Prestiti.Online anche su Google News, cliccando sulla stellina  da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram.